Comune di Melara

Museo/Monumento

Arco Chigi

Descrizione
Richiama alla mente lo stato pontificio che anche a Melara estese il suo dominio fin dal 1598; l’arco di Via Targa, ora Via Roma, fu probabilmente edificato mentre regnava il pontefice Clemente X durante il XIV Giubileo Ordinario ed era legato a Latere di Ferrara il Cardinale Sigismondo Chigi e vice Legato il Cardinale Giacomo Rospigliosi. Nell’arco è inserita una targa con la scritta in lingua latina “D.O.M.” . Nell’anno 1675 il cardinale Sigismondo Chigi, concesse e decretò il mercato libero ed immune nel giorno di martedì. Il mercato decadde nel 1796 quando Napoleone rivolse le armi fatali contro gli stati della sede Apostolica impossessandosi della legazione di Ferrara. Ma il congresso di Vienna del 1815 restituiva poi alla Santa Sede tutto il ferrarese ad esclusione però della parte sulla sponda sinistra del Po; così Melara si trovò incorporata nella improvvisata provincia di Rovigo. In una targhetta si legge in latino: ” Una compagnia di bersaglieri stanziando all’ombra dell’ormai storico Arco allontana l’Austria da queste nostre contrade nel 1866”, incisione che dichiara Melara definitivamente parte dell'Italia.